Cucina su misura

Appartamento Santiago

La richiesta 

Amiamo conquistare i nuovi clienti con la nostra professionalità ed esperienza

Ma ciò che garantisce la fedeltà del cliente nel tempo è la qualità dei nostri mobili su misura.

Una giovane coppia che stava facendo ristrutturare il suo appartamento in una zona centrale della città di Torino è la protagonista del progetto “Appartamento Santiago”.

Lei, figlia e nipote di nostri affezionati clienti, conosce già molto bene il modo di lavorare della Cibi Arredamenti. Per questo, quando ci chiedono di aiutarli ad arredare la loro nuova casa e realizzare così i loro sogni, non vediamo l’ora di premiare la loro fedeltà e fiducia.

Vogliono realizzare un mobile bagno su misura dall’aspetto leggero e moderno che lasci spazio alla  carta da parati di design scelta per l’intera parete retrostante. 

Allo stesso tempo, un mobile su misura capiente con un lavabo ampio e dalla facile pulizia, adatto alle loro esigenze estetiche e funzionali.

I clienti ci hanno commissionato inoltre il progetto per la loro cucina living perché conoscono molto bene la qualità e la professionalità delle cucine su misura realizzate da CiBi.

Lo spazio dove vorrebbero creare la loro cucina si presenta come un ambiente unico molto ben illuminato da finestre e porte finestre alte, con un soffitto alto più di tre metri. 

Dal nostro incontro con loro emergono esigenze e necessità soggettive che vogliamo soddisfare in tutto e per tutto. 

Essendo un ambiente “a vista” vorrebbero, per quanto possibile, nascondere dal soggiorno il piano di appoggio della cucina. Così da garantire una certa privacy ed ordine costante.

Poi necessitano di avere molti vani contenitori a uso dispensa e una zona con sgabelli per un utilizzo quotidiano.

Nello specifico, richiedono anche un lavello a due vasche, un ampio piano cottura a induzione ed un piano d’appoggio da poter tenere sempre libero per potervi cucinare. Da qui emerge anche la necessità di prevedere dei piani d’appoggio separati da dedicare ad alcuni loro piccoli elettrodomestici che utilizzano quotidianamente.

Il progetto – Mobile bagno

La carta da parati scelta dai clienti e le loro necessità hanno dato l’idea al nostro team di designers.

Volevamo realizzare un mobile che si integrasse armoniosamente nel caratteristico ambiente che le decorazioni avevano creato.

Uno spazio allo stesso tempo intimo e funzionale, ma elegante e di design.

Una volta approvato il design del lavabo Flaminia IO 75  in ceramica bianca lucida abbiamo subito progettato un supporto adatto. 

Essendo largo 75 cm e piuttosto profondo infatti, si è pensato di realizzare a suo sostegno un mensolone che lo valorizzasse al meglio.

Dato il tema naturale della carta da parati, si è individuato nel legno di quercia il materiale più adatto per realizzarlo. 

Si sa, gli spazi nei bagni su misura sono fondamentali e preziosi

Ecco perché, al fine di ridurre al massimo la profondità totale del mobile si è optato per un miscelatore a parete in cromo lucido e non da top. Questo dettaglio di design ha evitato una maggior profondità del mensolone che avrebbe portato via ulteriore spazio. 

Il sottolavabo a vista ha richiesto la scelta di un sifone estetico, questo insieme all’assenza dei tubi di carico che un miscelatore da top avrebbe richiesto, ha consentito di raggiungere un risultato di totale pulizia estetica.

Il mobile contenitore su misura è in laccato lucido poliestere di color grigio-sabbia in armonia con la decorazione della parete. 

Il volume del mobile lo abbiamo suddiviso in due parti:

in un cassettone estraibile poggiato a terra che va a creare anche un piano di appoggio sotto il lavabo e in una colonnina su di esso poggiata, di dimensioni più ridotte per dare più leggerezza e, nello stesso tempo, non ostacolare l’ingresso della luce dalla finestra adiacente.

Le ante di questi due volumi sono state pensate senza maniglie per maggiore linearità e leggerezza estetica. Il cestone infatti si apre grazie al bordo superiore del frontale tagliato inclinato abbinato a una gola piatta, invece la colonnina ha un’anta con apertura push-pull.

Il cestone inoltre è dotato di una meccanica Blum ammortizzata ad estrazione totale per il massimo della praticità quotidiana e di facile pulizia. La colonnina è stata dotata di piani interni in vetro trasparente per una maggiore visibilità degli oggetti riposti al suo interno.

E per ultimo lo specchio. La scelta della forma rettangolare e stretta è stata voluta per dare ulteriore slancio verticale alla composizione, lasciando sempre più respiro possibile alla parete finemente decorata. 

Progetto Bagno Santiago

Per il mensolone: legno naturale di quercia.
Per i volumi contenitivi: laccato lucido poliestere color grigio-sabbia.
Per il lavabo: Flaminia IO 75 in ceramica bianca lucida.
Il miscelatore: cromo lucido.

Il progetto – Cucina

Si è pensato di dedicare alla parete di fondo dello spazio cucina un unico volume di colonne, che oltre alla loro funzionalità regalano linearità ed eleganza.

Contengono nella loro disposizione una colonna forno con vani dispensa e un frigo da incasso da 60 cm lasciando molto volume a uso dispensa.

In particolare una colonna ad angolo mette a disposizione un grande volume contenitore

illuminato internamente per una migliore visibilità al suo interno.

Su questa colonna si innesta il top ad angolo che prevede sul lato lungo il muro il lavello e sul lato penisola il piano cottura ad induzione in vetro nero.  

Quest’ultimo resta schermato da un bancone in legno verniciato a mano dal decoratore perché faccia un effetto muratura. Questo bancone dà al top una sponda di 20 cm che consente di nascondere eventuali piccoli elettrodomestici o utensili dalla vista del soggiorno.

Ecco come abbiamo soddisfatto l’esigenza di “celare” la vista della cucina a chi sosta nel soggiorno. Soluzione efficace, elegante e moderna.

A completamento di questa “quinta” divisoria tra cucina e soggiorno si è optato per una cappa dal forte impatto estetico e dalla grande praticità. Quest’ultima infatti è stata pensata in versione aspirante perché portasse i fumi di cottura all’esterno dell’abitazione evitando spiacevoli odori in soggiorno. 

Il tubo che consente il collegamento della cappa con l’esterno è stato nascosto all’interno del ribassamento in cartongesso che ha consentito anche di ancorare la cappa all’altezza adeguata.

Altro aspetto che questa cappa è riuscita a soddisfare è l’illuminazione dell’intera penisola.

Come colori si è optato per un colore neutro lucido brillante per tutte le ante, in acrilico lucido bianco, al fine di alleggerire in particolare l’importante volume delle colonne. 

Per il bancone (con smalto idrorepellente antracite) invece abbiamo optato per un grigio antracite e per il top un gres grigio chiaro dallo spessore di 12 mm, in modo da dare risalto agli stessi e creare contrasto con le ante, senza rinunciare alla luce. 

Il lavello in acciaio satinato ha soddisfatto completamente le esigenze del cliente andando anche a fornire una maggior flessibilità rispetto ai lavelli con due vasche uguali. 

Grazie alle sue due vasche asimmetriche, una larga 27 cm e una 45 cm, si ha una maggiore funzionalità di utilizzo rispetto alle versioni con due vasche uguali infatti consente di lavare comodamente utensili (teglie, pentole ecc… ) di diverse dimensioni. 

Dietro il retro del lavello si è optato per una caratteristica carta da parati idrorepellente che si abbina bene con i piccoli elettrodomestici già di proprietà del cliente.

Le aperture delle ante avvengono grazie a un profilo anta tagliato inclinato a 30° e gola piatta realizzata nello stesso materiale delle ante stesse.

Per i corpi interni si è scelto di giocare di contrasto rispetto alle ante con un grigio antracite che si abbina bene al colore del bancone e alle sponde scure dei cassetti e cestoni.

I materiali – Cucina Santiago

Le ante: acrilico lucido bianco.
Il top: gres grigio chiaro sp. 12 mm Neolith
Il bancone: smalto idrorepellente antracite
Gli elettrodomestici: acciaio satinato per il lavello Foster, il miscelatore Franke, il forno Neff e la cappa Falmec. Vetro nero per il piano cottura a induzione Neff.

Condividi progetto
WhatsApp
Telegram
Email
Facebook
Stampa